Ventimiglia è un bivacco di clandestini, si accampano pure in cimitero: ira dei cittadini, arrivano i vigilanti

(ANSA) – Guardie giurate al cimitero di Roverino a Ventimiglia per impedire il bivacco di migranti. Il Comune, guidato dal leghista Flavio Di Muro, ha affidato il servizio di controllo stanziando 31mila euro.

I controlli, che scatteranno da lunedì prossimo, saranno attivi tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Sono “a tutela del decoro che il luogo richiede e per far sì che l’accesso sia riservato a chi va a far visita ai defunti e a chi lavora nel cimitero”, scrive l’amministrazione.

La decisione è stata adottata dopo che i cittadini avevano segnalato la presenza dei migranti accampati davanti al cimitero che usavano bagni e fontanelle. Fenomeno che va avanti da tempo. “I cittadini che vanno a trovare i propri cari al cimitero hanno lamentato l’utilizzo della struttura in modo costante e continuo per abluzioni, lavaggi e necessità corporali, da parte di senza fissa dimora spesso inibendone la fruibilità”, recita l’atto del Comune.

Nel mirino ci sono soprattutto i migranti, che nel piazzale di fronte e nel vicino greto del fiume Roya hanno i loro accampamenti. “Tale situazione ha comportato in alcuni casi contrasti all’interno del cimitero con una percezione di pericolo da parte dei visitatori. La mesta visita ai defunti mal si concilia con il via vai di persone che culturalmente non comprendono la sacralità del luogo e, allo stesso tempo, affollano la parte adibita a ricovero delle salme e a cappella prima di accedere ai bagni e alle fontane”.

Leggi la notizia su Ansa