Sharia in Francia, 4 minori nordafricani sfigurano una ragazza che passeggia col fidanzato: “Il tuo abbigliamento è immorale”

da Il Giornale – Orrore a Tolosa, in Francia. Un’adolescente francese è stata ricoverata in ospedale dopo un attacco da parte di un gruppo di giovani magrebini che avevano contestato il suo modo di vestirsi. “È immorale”, le avrebbero urlato contro i nordafricani prima di sfigurarle il viso con dei vetri di bottiglia.

La vicenda

Durante le prime ore di mercoledì 19 luglio è avvenuto il fatto. Nissan, la vittima diciannovenne, quella sera aveva fissato un appuntamento con il suo fidanzato. I due si sono incontrati a Tolosa, nella Francia del sud. Come riportato da diverse testate francesi, tra cui La Dépêche, la giovane verso le tre del mattino si trovava sul Boulevard Lazare Carnot assieme al fidanzato quando la coppia è stata avvicinata dai quattro magrebini che hanno accusato l’adolescente di essere vestita in modo “inappropriato”.

La motivazione, secondo gli aggressori, era dovuta al fatto che il crop top indossato dalla ragazza fosse “immorale”. Il gruppo, composto da due maschi e due femmine di età compresa tra 14 e 17 anni, è stato descritto dalla vittima come “Maghreb”, quindi originari dell’Africa nord-occidentale.

Gli attacchi

La giovane coppia è stata attaccata dagli aggressori che hanno lanciato alla ragazza frammenti di vetri rotti causando lesioni che l’hanno ferita al viso, alla schiena e alle braccia. Anche il fidanzato ha riportato diversi segni di violenza poiché ha tentato di difendere la partner. I controllori delle telecamere di videosorveglianza si sono accorti dell’attacco in tempo reale e hanno allertato le autorità, che sono state rapidamente inviate sul posto. Al loro arrivo, la vittima era coperta di sangue e necessitava di cure mediche immediate. Nissan è stata soccorsa sulla scena dall’ambulanza prima di essere trasferita all’ospedale Purpan di Tolosa. Alla giovane sono stati applicati circa 50 punti per le ferite multiple inflitte. I suoi aggressori sono stati localizzati non lontano dalla scena della violenza, arrestati e messi in custodia dalla polizia. Secondo i rapporti locali, il quartetto era già noto alle autorità. Ci si aspetta che vengano incriminati per l’attacco grave a seguito di un rinvio all’ufficio del procuratore minorile.

Le parole di Nissan

Nissan giovedì ha pubblicato sui social media le foto delle sue ferite. La giovane ha twittato: “Voglio ringraziarvi tutti per questa ondata di sostegno dopo questa tragedia, sto pubblicando le foto del mio corpo in modo che vi rendiate conto della gravità del fatto, spero che venga fatta giustizia”.

Leggi la notizia su Il Giornale

Commenta per primo

Lascia un commento