Roberto Saviano fa il martire e “ordina” alla Rai: “Dovete cacciare anche Bruno Vespa e De Girolamo”

Da Libero Quotidiano – Non l’ha presa bene, Roberto Saviano. Il suo annunciato programma Insider è stato escluso dai palinsesti della Rai “per motivi di linea editoriale, non politici”, ha precisato al Messaggero l’amministratore delegato di viale Mazzini Roberto Sergio.

E lo scrittore campano di Gomorra, intervistato da Corriere della Sera e Stampa, insulta lui, la Rai, il governo di centrodestra e già che c’è anche Filippo Facci, pure lui “tagliato” dalla Rai per altri motivi.

“L’Italia è un paese che mette paura”, spiega Saviano, secondo cui la sua esclusione dalla Rai è frutto di “una decisione politica che si inserisce nella strategia più ampia di usare le azioni giudiziarie come grimaldello per impedirti di lavorare”. Tra le motivazioni addotte dalla Rai alla scelta, gli insulti (reiterati) di Saviano a Giorgia Meloni Matteo Salvini, non in linea col Codice etico della tv di Stato.

“Quindi voi giornalisti ora sarete attenti a tutte le dichiarazioni rese negli anni da chiunque abbia avuto una trasmissione in Rai, verificandone l’aderenza a un Codice etico fatto per compiacere chi, nel 2015, scrisse: ‘Cedo due Mattarella per mezzo Putin’ (Salvini, ndr). La possibilità che in Rai resti solo Peppa Pig è alta”. Fosse stata una decisione aziendale, prosegue, “dovrebbero epurare mezza Rai in virtù del codice etico, da Bruno Vespa a Nunzia De Girolamo a Luca Barbareschi“.

Anche Facci è saltato per la frase di un suo articolo sulla ragazza che accusa Leonardo Apache La Russa di violenza sessuale, giudicata volgare e offensiva. La differenza, sostiene Saviano serissimo, è che “Facci ha attaccato una persona inerme per difendere il potere.

Io ho attaccato il potere”. Singolare anche la spiegazione sul “bastarda” che ha rivolto alla Meloni in tv, a Piazzapulita, e che gli ha causato un processo per diffamazione: “Non ho definito ‘bastarda’ Meloni, ho definito ‘bastardi’ Meloni, Salvini, Di Maio e Minniti, come ha sottolineato la stessa difesa di Meloni. Esiste una registrazione di Radioradicale”. Ah beh.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano