Notte di violenza a Roma, spacciatori marocchini aggrediscono i poliziotti che “osano” controllarli: arrestati

Da Il Secolo d’Italia – Un susseguirsi inaccettabile di episodi di violenza a Roma. La Capitale continua a pagare un alto prezzo a livello di immagine. L’ennesimo caso ha avuto luogo nel rione Esquilino. Due immigrati marocchini, durante un controllo, hanno tentato la fuga e hanno aggredito con calci e pugni i poliziotti che li avevano fermati. I fatti sono avvenuti in piena notte.

Momenti di paura al rione Esquilino

I due marocchini sono un 32enne e un 40enne. Entrambi erano già noti alle forze dell’ordine. Le forze dell’ordine li hanno bloccati con lo spray al peperoncino. Inutile per uno dei due tentare di disfarsi della droga che aveva con sé. Notato mentre buttava un panetto di hashish di 45 grammi sotto a una macchina, è stato arrestato insieme all’altro ragazzo. L’accusa è di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale.

Rubano dalle auto in sosta sul Lungotevere

Stavano rubando da un’auto in sosta su Lungotevere a Roma ma sono stati visti da un passante che ha subito avvisato i carabinieri. Sul lungotevere Gianicolense, tre persone – tutte domiciliate presso il campo nomadi di via Candoni – sono state notate da un passante, mentre erano intente a rubare.

Continua a leggere su Il Secolo d’Italia