Accoltella una donna e posta sui social gli ultimi istanti di agonia: ma negli Usa ora rischia la pena di morte

Da Il Giornale – Barbaro omicidio negli Stati uniti, dove Mark Mechikoff, un uomo di 39 anni con svariati precedenti penali, ha ammazzato una donna per poi condividere in diretta Facebook gli ultimi istanti della sua vita.

Non è la prima volta che accade qualcosa del genere, soprattutto in America e gli esperti tendono a ipotizzare che dietro possa esserci una sorta di macabra volontà di esibizionismo da parte degli assassini, che in questo modo non si nascondono e vogliono essere arrestati.

A dare l’allarme è stata una donna residente in Nevada, che è capitata per caso sulla diretta dell’uomo e ha immediatamente allertato gli uomini della polizia del distretto di Nye, denunciando di aver assistito a un accoltellamento via social.

La caccia all’uomo è partita in pochissimi minuti e gli uomini di Nye, resosi conto che il delitto era avvenuto in California, hanno allertato i colleghi di San Mateo, che si sono messi immediatamente sulle tracce dell’assassino. Non c’è voluto molto per individuarlo, anche perché non si trovava a grande distanza da dove aveva appena ucciso la sua vittima.

Tramite il nome che compariva nella diretta social, e che aveva comunicato la stessa donna che ha effettuato la segnalazione, gli agenti sono riusciti a individuare l’indirizzo di Mechikoff, residente in un grande complesso residenziale della città californiana.

A quel punto è iniziata la corsa contro il tempo: i poliziotti hanno bussato a ogni porta della grande residenza finché, dopo tre ore, non sono riusciti a trovare il corpo, ormai cadavere, di Claribel Marie Estrella. Ma Mark Mechikoff non era più in quell’appartamento, nel frattempo si era spostato altrove ma senza allontanarsi troppo, tanto che è stato fermato due ore dopo nella vicina città di San Jose.

Al termine dell’intervento, la polizia in una nota ha spiegato che “anche se i motivi dell’accoltellamento sono ancora sotto indagine, sappiamo che l’uomo ha filmato gli ultimi momenti della vittima e ha postato il video su Facebook prima di scappare“.

I precedenti penali per Mechikoff riguardano, tra le altre cose, alcune intimidazioni che l’uomo avrebbe mosso a una donna nel 2019, arrivando a minacciarla di morte con un coltello. Ora, l’uomo rischia la pena di morte. Benché sopravviva in California, da anni non si eseguono più esecuzioni capitali ma in casi particolari come questo è possibile che l’accusa potrebbe avanzare la richiesta e il giudice accoglierla.

Leggi la notizia su Il Giornale